Scatti di poesia | Frammento di Cilento
Il progetto, programmato con cadenza annuale, intende fungere da laboratorio di ricerca per la produzione di immagini fotografiche della Puglia, originali e creative, ispirate a testi poetici dedicati a diversi aspetti della regione. L’idea che sottende la mostra “fotoletteraria” Scatti di poesia mira, infatti, a produrre “visioni” artistiche della Puglia in virtù di un incrocio creativo tra poesia e fotografia, che – per la prima edizione – vede coinvolti dodici poeti pugliesi tra i più rappresentativi (Aldo Bello, Vittorio Bodini, Raffaele Carrieri, Girolamo Comi, Gianni Custodero, Giuseppe D’Alessandro, Luigi Fallacara, Umberto Fraccacreta, Carlo Francavilla, Rosella Mancini, Vittorio Pagano, Cristanziano Serricchio) e altrettanti fotografi pugliesi o di origine pugliese (Mimmo Attademo, Berardo Celati, Angela Cioce, Stefano Di Marco, Giuseppe Di Palma, Carlo Garzia, Cosmo Laera, Gianni Leone, Giuseppe Pavone, Michele Roberto, Pio Tarantini, Gianni Zanni).
Poeti, poesia, fotografi, mostra, castello monopoli
16969
portfolio_page-template-default,single,single-portfolio_page,postid-16969,qode-quick-links-1.0,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-theme-ver-11.1,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.2,vc_responsive

Frammento di Cilento

Cilento

Franco Sortini

Rassegna
scatti di poesia 2019
Tags
Cilento, Frammento di Cilento, Franco Sortini, Vincenzo Guarracino
I versi:

Frammento di Cilento

 

“qui pulsa tra Mandìa e Massascusa 
il cuore dove nasce nella valle 
luminosa per lieviti ed aromi 
il crogiolo Ceraso di diverse 
strade e genti sul corso del Palistro 
in un canto di pollini e sementi: 

 

ecco oltre i mari di ulivi il paese 
devoto alla vergine dei fulmini
Santa Barbara tra anfore e cisterne 
il suo miele di eriche e castagni 
versa a voti di nascite e nuziali 
lame di luce nel sonno dal Campo: 
alla torre la luna dalla piana 
fragile colomba nella limpida 
vola estate oltre il tempo all’eterno 
da Petrosa e Metoio sul crinale 
in un ansito di ombre lievitando 
tutti i sogni e l’azzurro sulla Stella:”

 

Vincenzo Guarracino