Scatti di poesia | Comunicato stampa
Il progetto, programmato con cadenza annuale, intende fungere da laboratorio di ricerca per la produzione di immagini fotografiche della Puglia, originali e creative, ispirate a testi poetici dedicati a diversi aspetti della regione. L’idea che sottende la mostra “fotoletteraria” Scatti di poesia mira, infatti, a produrre “visioni” artistiche della Puglia in virtù di un incrocio creativo tra poesia e fotografia, che – per la prima edizione – vede coinvolti dodici poeti pugliesi tra i più rappresentativi (Aldo Bello, Vittorio Bodini, Raffaele Carrieri, Girolamo Comi, Gianni Custodero, Giuseppe D’Alessandro, Luigi Fallacara, Umberto Fraccacreta, Carlo Francavilla, Rosella Mancini, Vittorio Pagano, Cristanziano Serricchio) e altrettanti fotografi pugliesi o di origine pugliese (Mimmo Attademo, Berardo Celati, Angela Cioce, Stefano Di Marco, Giuseppe Di Palma, Carlo Garzia, Cosmo Laera, Gianni Leone, Giuseppe Pavone, Michele Roberto, Pio Tarantini, Gianni Zanni).
Poeti, poesia, fotografi, mostra, castello monopoli
16299
post-template-default,single,single-post,postid-16299,single-format-standard,qode-quick-links-1.0,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-theme-ver-11.1,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.2,vc_responsive

Comunicato stampa

Comunicato stampa

BARI – LA LINEA RETTA E QUELLA CURVA è il titolo dell’incontro conclusivo con il fotografo e scrittore Roberto Salbitani, nell’ambito della quarta edizione della mostra fotoletteraria Scatti di poesia curata da Lino Angiuli e Giuseppe Pavone (per la parte artistica) e da Daniele Maria Pegorari (per la parte scientifica), presso il Museo Civico di Bari. L’evento, previsto per venerdì 20 ottobre alle ore 18,30, è curato dal Centro Ricerche per la Fotografia Contemporanea.

Roberto Salbitani (1945). Padovano di nascita, vive e lavora nella capitale. È considerato uno di maestri della fotografia italiana contemporanea. Inizia a fotografare nei primi anni Settanta, durante i numerosi viaggi in Italia, Europa e America, dove opera come giornalista in ambito fotografico e cinematografico. La dimensione del viaggio, la sacralità dell’incontro e la continua ricerca di un luogo d’elezione – di cui evidenzia con l’obiettivo splendori e finzioni − è una costante del suo modo di porsi in rapporto con il mondo esterno. La rappresentazione delle città in continua evoluzione, le periferie devastate, i territori snaturati dal violento processo di urbanizzazione, le cosiddette “terre perse”− per usare una sua espressione − evidenziano il complesso e per certi versi drammatico rapporto tra l’uomo contemporaneo e l’ambiente, muovendo l’artista alla ricerca spasmodica di un difficile ma possibile rapporto liberatorio con la natura. Numerose le esposizioni in Italia e all’estero. Le sue opere sono conservate in collezioni private e in molteplici e prestigiose istituzioni pubbliche (Bibliotèque Nationale di Parigi, Museum of Modern Art di New York, Musee de la Photographie di Charleroi, Centro studi e Archivio della Comunicazione dell’Università di Parma, Museo Alinari della Fotografia di Firenze). Tra le pubblicazioni: Immaginesimo (1974); La città invasa (1978); Incontri con animali straordinari (1992); Il viaggio : fotografie 1971-1994 (1994); Venezia : circumnavigazioni e derive (2013).

L’esposizione e gli eventi connessi sono un’iniziativa sinergica di «incroci – semestrale di letteratura e altre scritture» (Adda ed.), del Centro ricerche per la Fotografia Contemporanea e dell’agenzia di comunicazione Quorum Italia, col Patrocinio del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, della Regione Puglia e del Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università di Bari “Aldo Moro”. Collaborano e sostengono il progetto la Città di Monopoli, la Fondazione Terzo Pilastro – Italia e Mediterraneo, l’Associazione socio culturale “La goccia” e il Consorzio Idria-ArTa.

La mostra è visitabile fino al 20 ottobre, tutti i giorni escluso il martedì, presso il Museo Civico di Bari (centro storico, Strada Sagges, 13).
Orari d’apertura: lunedì, mercoledì e giovedì dalle ore 10 alle 18; venerdì e sabato dalle ore 10 alle 19; domenica dalle ore 10 alle 14.
L’ingresso sarà gratuito durante gli eventi in programmazione; negli altri giorni l’accesso alla mostra sarà consentito previo pagamento del biglietto d’ingresso al museo.

 

 

Con richiesta di divulgazione. Grazie.

 

Per informazioni:
www.scattidipoesia.it
facebook: scatti di poesia

Quorum Italia
tel. 080.5576371
email: comunicazione@quorumitalia.com

Museo Civico di Bari
tel. 080.5772362